Il piacere di fare impresa in armonia con l'ambiente


per un reale sviluppo del territorio

Logo IIP - Istituto Italiano dei Plastici
Sistema di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004

Il Consorzio per lo Sviluppo della Zona industriale di Villacidro è nato nel 1966, un anno dopo la nascita della prima industria, con lo scopo di creare le migliori condizioni economiche ed i servizi per favorire il sorgere di nuovi insediamenti produttivi industriali, considerata la presenza nel territorio di una grossa realtà industriale di chimica fine.

A seguito della chiusura di quest’ultima realtà, il Consorzio ha dato un notevole contributo a risollevare l’attività produttiva della zona favorendo la nascita della piccola industria, soprattutto locale, e maggiormente inserita nella realtà culturale del territorio di Villacidro e del medio Campidano.

Nell’ambito della sua attività, il Consorzio sta procedendo, da alcuni anni, al recupero e riconversione a nuove attività produttive di stabilimenti ed immobili dismessi.

Il primo intervento in tal senso ha avuto compiuta attuazione nel Comparto IREV, già stabilimento “Filati Industriali”, che si estende su una superficie di circa Ha 16,50. Dismesso negli anni ‘80, ora è occupato da n° 9 nuove aziende grazie alla razionalizzazione e realizzazione, da parte del Consorzio, delle necessarie opere infrastrutturali che hanno consentito di disporre quei servizi capillari indispensabili all’insediamento delle nuove realtà produttive.

Con la medesima filosofia d’intervento il Consorzio è intervenuto nel dismesso stabilimento SNIA Fibre e ENICHEM Fibre acriliche, che si estende su circa Ha 29,40 e che favorito il riutilizzo di immobili per una superficie coperta complessiva di circa mq. 63.000.

E’ da precisare inoltre che la società ENICHEM-Fibre acriliche, già SNIA Fibre è stata proprietaria del sito dal 1989 al 1999, dismettendo l’attività di produzione di fibre acriliche dal 1995, e ha effettuato la bonifica dell’area tra la fine del 1995 fino al 1998.

La bonifica riguardava lo smaltimento di gran parte degli impianti, lo smaltimento di rifiuti giacenti e generati e il recupero di prodotti e materie prime secondarie.

In tale ottica il Consorzio ha inoltre, negli anni recenti, provveduto all’acquisizione e ristrutturazione di immobili dimessi per circa mq 8.000 riconvertendoli a nuove produzioni.

Al fine di coniugare lo sviluppo industriale con la tradizionale vocazione agricola della zona il Consorzio ha promosso, e ne è soggetto responsabile, il Patto territoriale Tematico per l'Agricoltura, l'Agro-Alimentare e la Pesca "Medio Campidano" con il quale sono state concesse agevolazioni finanziarie a n° 43 iniziative agricole e/o strettamente connesse con tale settore di attività, di cui 33 concluse e collaudate.

Nel 2009, a seguito alla riforma regionale L.R. n. 10/2008 “RIORDINO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI AREE INDUSTRIALI”, il Consorzio ha assunto la nuova denominazione sociale in Consorzio Industriale Provinciale Medio Campidano di Villacidro.